Confronto tra prestiti veloci e prestiti online 24. Tutte le differenze, i pro e i contro di entrambe le tipologie di finanziamento

Indice dei contenuti

I prestiti veloci sono dei prestiti personali che si possono ottenere in tempi molto più brevi rispetto ad altri tipi di finanziamento. La maggior parte delle banche e finanziarie eroga questi prestiti anche in 48 ore dal momento della richiesta. Di solito sono cifre piuttosto contenute, dai 500 euro ai 5.000 euro e la durata del prestito può andare dalle 12 alle 120 rate mensili.

Se da un lato sono velocissimi, dall’altro potrebbero avere tassi di interesse maggiorati o comunque poco vantaggiosi. Dunque è bene pensarci su prima di richiedere un finanziamento di questo tipo. Se però siete in difficoltà e dovete affrontare spese urgenti e impreviste, a volte non ci sono molte altre alternative.

Quando si richiede questo tipo di prestiti, si possono presentare garanzie come busta paga fissa oppure, se ne siete sprovvisti, potreste presentare garanzie come l’ipoteca su un immobile a voi intestato oppure avvalervi di un Garante che vi faccia da fideiussore in caso di vostra insolvenza.

Velocizzare i tempi con la busta paga

Ovviamente, avere una busta paga consente di aprire più porte e in modo più rapido. Infatti la maggior parte degli istituti di credito predilige la stipula di contratti basati sulla cessione del quinto dello stipendio o della pensione del richiedente.

A dire il vero, è la formula più comoda per entrambe le parti. Perchè, dal mese successivo all’erogazione del prestito, verrà trattenuto massimo il quinto dello stipendio/pensione (circa il 20%) per tutta la durata del piano di rateizzazione.

In questo modo anche il beneficiario sarà sicuro di non rischiare di scordarsi il pagamento dato che le operazioni di prelievo avvengono direttamente sul conto corrente.

Anche i controlli da parte dell’istituto erogatore saranno più brevi dunque il prestito sarà ancora più veloce.

L’elemento importante per portare a buon fine la richiesta è che il richiedente non sia stato segnalato come cattivo pagatore o, peggio ancora, come pignorato. In questi casi sarà davvero difficile (anche se non impossibile) ottenere un prestito veloce.

I prestiti online 24 ore: pro e contro

I prestiti online 24 ore sono prestiti ancora più veloci in quanto non c’è bisogno di recarsi in banca ma si può fare tutto collegandosi a internet e andando su un sito di prestito online che più ti convince, tenendo conto dei vari tassi di interesse.

Si compilerà un form inserendo i propri dati anagrafici, l’importo desiderato e la rata che si vorrebbe pagare al mese in modo da visualizzare il piano di ammortamento consigliato. Bisognerà poi allegare documento di identità e ultima busta paga o comunque un documento che attesti il reddito (come il Modello unico se si è liberi professionisti).

Come finanziarie online specializzate in prestiti veloci anche in 24 ore ti consigliamo Cofidis, per importi massimo di 5.000 euro, o Finatel, per importi anche fino a 50.000 euro. Sono finanziarie che ti consentono davvero di ottenere il prestito nell’arco di una giornata a tassi di interesse, tutto sommato, non troppo elevati.

Prestiti non finalizzati

Sia se scegliete un prestito veloce da richiedere in sede sia se optate per un prestito online in 24 ore, si tratterà di un prestito personale non finalizzato. Non sarà dunque richiesta documentazione di spesa o motivazioni. In questo modo il procedimento sarà ancora più snello e veloce.

Quando richiedete un prestito veloce, i tassi di interesse potrebbero cambiare in base alla vostra posizione attuale. Se siete ad esempio studenti che hanno bisogno di liquidità immediata, allora i tassi saranno più agevolati, mentre se invece siete cattivi pagatori, i tassi saranno maggiori.

Piccoli prestiti INPDAP

Rientrano nei prestiti veloci anche i piccoli prestiti INPDAP che però possono richiedere solo alcune categorie di lavoratori e cioè i dipendenti pubblici. Si tratta di prestiti che si possono richiedere stesso sul sito dell’INPS.

Si tratta di piccole somme per far fronte a spese familiari urgente e impreviste. I tassi di interesse, per questi prestiti, sono già prestabiliti e corrispondono al 4,25% più lo 0,50% delle spese di amministrazione e della quota premio Fondo rischi.

Durano da 1 a 4 anni e con rate dalle 12 alle 48 mensilità.

Un altro esempio di prestito veloce: quello cambializzato

Chi non ha solide garanzie da presentare in fase di domanda di prestito, può ricorrere al prestito cambializzato che si caratterizza per l’uso di cambiali come garanzia della restituzione del prestito.

Anche in questo caso i tempi sono brevi: da un minimo di 24 ore ad un massimo di 3 giorni. In caso di insolvenza, la banca o la finanziaria procederà con il pignoramento dei beni che saranno venduti per coprire le rate non pagate.

I pro e i contro dei prestiti veloci

I prestiti veloci richiesti in banca hanno il vantaggio di poter avere una consulenza e di essere aiutati nel redigere il piano di ammortamento più adatto.

Però hanno tempi che spesso richiedono anche un paio di giorni, quindi se si ha parecchia fretta potrebbe essere troppo tardi. Inoltre bisogna considerare, oltre a tassi di interesse più alti dato il servizio rapido che si offre, anche le varie spese accessorie come quelle di istruttoria.

Se siete persone con poca dimestichezza con internet, forse optare per questo tipo di prestiti è la scelta migliore. Anche se si ha fretta, richiedere un prestito è un’operazione delicata. Dovrete avere ben chiare le conseguenze e essere sicuri di poter onorare il debito. Altrimenti finirete segnalati tra i cattivi pagatori.

I pro e i contro dei prestiti online 24 ore

I prestiti online sono veramente efficienti e in poco tempo potrete avere la cifra di cui avete bisogno. Ci sono finanziarie online che arrivano a finanziarie importi anche di 30.000-50.000 euro.

Potrete avere un preventivo gratuito e abbattere i vari costi di gestione. Anche in questo caso però i tassi potrebbero essere più alti rispetto ai prestiti tradizionali.

Sono prestiti che non possono superare una certa cifra e che non sono finalizzati.

I prestiti per i giovani

Per quanto riguarda i giovani, poter richiedere un prestito veloce oppure online è un gran vantaggio perchè, rivolgendosi a finanziarie come Agos o a banche come Findomestic, si possono ottenere subito somme che consentono di realizzare sia progetti di studio sia di disporre di liquidità per far fronte a spese personali.

Il TAN oscilla tra il 4% e il 7% per importi dai 500 ai 30.000 euro. Rivolgersi ad un prestito online, per una persona giovane, potrebbe essere la soluzione migliore dato che si abbassano i vari costi, considerando l’età, di solito tra i 18 e i 35 anni, vengono riservati tassi più agevolati (di solito i tassi di interesse sono sul 10%).

Richiedere un prestito online

Per richiedere un prestito online basterà allegare alla domanda di richiesta finanziamento i documenti previsti anche per i prestiti in filiale e cioè:

  • copia del documento di identità
  • codice fiscale
  • documento di reddito

Se sia ha un’età compresa tra i 18 e i 75 anni e una buona affidabilità creditizia caratterizzata dalla tipologia di impiego e dal reddito stabile, allora si potrà sperare di avere il prestito richiesto entro 24-48 ore.

Se invece si hanno poche garanzie reddituali, bisognerà, come abbiamo visto, affidarsi a garanzie alternative dunque i tempi potrebbero allungarsi dato che bisognerà radunare la documentazione come i documenti che dimostrano di essere l’unico intestatario di un certo immobile oppure la documentazione di colui che ci farà da Garante.

In conclusione, sia se vi rivolgete ad un prestito veloce sia se vi rivolgete ad un prestito online, avvaletevi degli strumenti quali preventivo o simulatore in modo da calcolare bene tutti i costi e soprattutto i tassi di interesse.