Confronto prestiti per ragazzi: come accedere alle migliori offerte nel 2021, esempi di rate

Indice dei contenuti

Non sono pochi i ragazzi, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che sentono il bisogno di richiedere un prestito per realizzare sogni o progetti lavorativi. La maggior parte demorde perchè crede di non essere in grado di affrontare una sfida così complessa ma, in realtà, ci sono molte soluzioni pensate proprio per agevolare i più giovani.

Pensiamo ad esempio ai prestiti d’onore che aiutano gli studenti, fino ai 35 anni, a completare un ciclo di studi o un master o dottorato. Oppure, per quei giovani che hanno l’intenzione di mettere in piedi un’attività o una start up, ci sono dei bandi sia europei, statali o regionali che erogano contributi a fondo perduto.

Altrimenti, si può percorrere la strada dei prestiti senza busta paga. Avvalendosi della figura di un Garante oppure di garanzie reali come può essere un immobile o un bene mobile di valore, anche se siete molto giovani potrete richiedere un prestito.

Le caratteristiche dei prestiti per i ragazzi

Solitamente, i prestiti indirizzati ai più giovani interessano importi non molto altri, tra i 500 euro e i 30.000 euro. Hanno tassi agevolati e alcuni anche tasso zero. Sono anche prestiti che hanno tempi di erogazione molto rapidi e i ragazzi possono rivolgersi direttamente ai prestiti online delle banche se vogliono non solo ridurre i tempi ma anche le spese.

Infatti, richiedendo un prestito online si andranno ad abbattere le varie spese di gestione. Grazie ai siti di simulazione e ai comparatori, sarà anche possibile capire quale tipo di prestito si addice di più al giovane e confrontare le varie offerte.

Il piano di ammortamento anche è di solito distribuito su più rate da somme piccole. Ad esempio banche come Agos, Findomestic, Unicredit o UBI Banca offrono la possibilità di arrivare fino a 84 rate mensili (ciascuna di 60 o 100 euro) per restituire il debito.

Le migliori offerte ed esempi di rate

Il nostro consiglio è di rivolgersi ai prestiti online in quanto in linea generale, non solo per i prestiti rivolti ai ragazzi, offrono tassi di interesse più vantaggiosi a causa della riduzione dei costi legati alla gestione delle sedi fisiche e delle spese accessorie.

Per quanto riguarda la sicurezza poi potete stare più che tranquilli: il rispetto della privacy è sacro e viene garantito al 100%. Grazie poi alla firma digitale potrete comodamente firmare i moduli e il contratto senza nemmeno doverli scaricare e stampare.

Tra le migliori offerte che potete trovare sul web sicuramente la finanziaria Agos potrà soddisfare le richieste di parecchi giovani in quanto molto veloce e flessibile ed eroga prestiti fino a 30.000 euro. Per un importo di 10.000 euro, il piano di ammortamento prevede la restituzione del prestito in 84 rate di circa 140 euro mensili. Anche Findomestic offre prestiti con tassi agevolati e zero spese accessorie. Su importi di 5.000 euro, verrà suddiviso il prestito in 60 rate ognuna di un centinaio di euro.

I prestiti per giovani di Intesa Sanpaolo presenta ottime offerte per gli under 35, con importi fino a 30.000 euro e iter di valutazione rapido che può arrivare anche alle sole 24 ore.

I prestiti d’onore per gli studenti

I prestiti d’onore sono rivolti agli studenti più meritevoli, di età non superiore ai 36 anni, che hanno difficoltà economiche e sono impossibilitati a completare gli studi.

Questo tipo di finanziamento serve a dar loro una mano nel pagamento delle tasse universitarie di un corso di laurea, di un master o di un dottorato. Non viene erogato tutto in una volta ma in diverse tranche.

Sono prestiti a tasso agevolato e prevendono un 10% a fondo perduto. Come funziona dunque il prestito d’onore? Sono finanziamenti erogati da banche e finanziarie in convenzione con gli atenei (come Unicredit e Intesa Sanpaolo). Lo studente, per fare domanda, dovrà essere in regola con il pagamento della tassa di iscrizione, e dovrà rivolgersi o alla segreteria dell’ateneo oppure andando nella sezione apposita del sito dell’Università.

Il pagamento posticipato

La particolarità dei prestiti d’onore è che lo studente non deve iniziare da subito a restituire la somma ma gli verrà dato il tempo di trovarsi un lavoro stabile. Appena ciò avverrà, potrà cominciare a restituire il finanziamento ricevuto.

Ricordiamo che i prestiti d’onore non possono superare i 5.000 euro annui a studente i finanziamenti sono cumulabili tra loro fino al limite massimo di 25.000 euro.

La somma può essere impiegata anche per le spese del materiale scolastico e per le spese di vitto e alloggio. I tassi di interesse, come detto, sono agevolati e in media il TAEG (tasso annuo effettivo globale) è del 5-6%. Alcune banche poi acconsentono ad un piano di rimborso che può durare anche quasi 30 anni!

In ogni caso, entro 5 anni dalla fine degli studi, al di là se lo studente (o meglio ex studente) ha trovato lavoro, dovrà iniziare a pagare la prima rata.

Prestiti per i giovani imprenditori

Se i giovani in questione che vogliono richiedere un prestito hanno il desiderio di avviare una nuova attività, il nostro consiglio è di rivolgersi ai bandi che erogano contributi a fondo perduto.

Andando sul sito di Invitalia, ad esempio, si potrà essere aggiornati sui vari bandi attivi nazionali e regionali ma anche europei. Al di là delle piccole diversità, per accedere ai bandi per i giovani bisogna avere i seguenti requisiti:

  • età compresa tra i 18 e i 35 anni
  • forma societaria e appartenenza ad un determinata area (opzionale)
  • presentazione di un piano di strategia di marketing
  • presentazione di un business plan

Si tratta di bandi che erogano contributi a fondo perduto di cui in pratica il 35-50% a fondo perduto. La restante parte dovrà essere restituita in un periodo di tempo che varia dai 5 agli 8 anni.

L’importanza degli obiettivi

Dato che la concorrenza è molto alta e le risorse disponibili sono tutt’altro che infinite, è importante prepararsi bene se si decide di partecipare ad un bando ed esserne realmente convinti e motivati.

La motivazione e la preparazione, nonché le competenze, verranno mostrate e si evinceranno soprattutto nel business plan e nel piano di marketing.

Andranno infatti ad indicare quali sono gli obiettivi di quel progetto a breve, medio e lungo termine, le spese previste e preventivate e tutte le informazioni finanziarie ed economiche che verranno coinvolte. Serviranno dunque da bigliettino da visita per quel determinato progetto e faranno capire ai selezionatori che siete davvero meritevoli sia della loro fiducia che di ricevere il finanziamento.

Inoltre, ricordiamo che è importante mandare la domanda il prima possibile perchè i progetti vengono solitamente selezionati anche in base all’ordine di arrivo.

I prestiti senza busta paga

Per quei ragazzi che non vogliono richiedere il prestito per studiare o diventare imprenditori ma per scopi personali come possono essere un viaggio o l’acquisto di un’auto, conviene rivolgersi ai prestiti per coloro che non hanno busta e reddito dimostrabile.

In questo caso avranno, in linea generale, due scelte:

  • portare con sè un Garante
  • scegliere un prestito ipotecario

In quest’ultimo caso, il giovane dovrà essere unico intestatario di un immobile o bene mobile di valore come gioielli o oggetti di antiquariato. Se non pagherà il debito, la banca diventerà proprietaria del suo bene.

Il Garante

Il Garante può essere sia un genitore che un familiare ed è colui che vi farà da fideiussore in caso di insolvenza da parte vostra.

Dunque sul Garante ricadrà tutta la responsabilità dell’onorare il debito residuo e, se non lo farà, rischierà di essere segnalato come cattivo pagatore.

Ma niente paura, il Garante è di solito una persona con busta paga, un ottimo trascorso finanziario e una solida affidabilità creditizia.